Navigazione veloce

L’ITET IN FRANCIA: CONCLUSO LO SCAMBIO CULTURALE CON DRAGUIGNAN

COMUNICATO STAMPA

14 del 31 Ottobre 2018

 

Foto con ragazzi e docenti

 

Sant’Agata Militello – Un inizio d’anno scolastico in lingua francese per nove alunni dell’ITET   “Giuseppe Tomasi di Lampedusa” di S. Agata Militello. L’istituto, diretto dalla Dirigente Antonietta Emanuele, ha terminato, infatti, lo scambio linguistico – culturale con il Lycée “Jean Moulin” di Draguignan (Francia), condotto dalla Prof.ssa Cathérine Berthemin.

Per una settimana, gli studenti dell’Istituto Economico e Tecnologico di S. Agata di Militello, accompagnati dalle docenti Marcella Maria Latino e Nicolina Ridolfo, hanno ricambiato la visita alla delegazione francese, che era stata in visita in Sicilia e nel territorio nebroideo nello scorso mese di maggio.

Sabrina Bongiorno, Eduard Nicolae Chiperi, Maria Costea, Fatima Fabio, Marta Fazio, Annagrazia Lo Balbo, Roberta Muglia, Maurizia Rizzo e Giorgia Zingales, grazie al progetto di scambio, hanno avuto l’opportunità di comunicare in lingua straniera nelle situazioni pratiche e sperimentare la condivisione della vita familiare d’Oltralpe.

Gli alunni, ospitati nelle famiglie dei corrispondenti colleghi francesi, hanno assistito alle lezioni e hanno partecipato a diverse attività ben organizzate dal Lycée francese, tra cui la visita guidata in Provenza, della città di Draguignan, dominata dalla Torre dell’Orologio. Gli alunni sono stati accolti nella casa comunale Hôtel de Ville, dall’Assessore all’Istruzione. Poi la delegazione ha fatto visita al mercato provenzale di Lorgues e alla città di Grasse, ad appena 16 chilometri da Cannes, nel cuore della Costa Azzurra, per apprezzare la fabbrica del profumo di Fragonard e il Museo Internazionale della Profumeria. Sono state interessanti, infine,le escursioni a Les Arcs-sur-Argens, un noto sito turistico nel sud della Franciae della Cappella Sainte Roseline.  Una giornata è stata dedicata allo sport con un’uscita in bicicletta su un percorso di 15 km tra i vigneti del Var. Le famiglie accoglienti hanno fatto scoprire agli alunni italiani le bellezze naturalistiche e culturali della Costa Azzurra, in particolare le città di Nizza e Saint-Tropez.

La partecipazione a questo progetto di portata europea si è rivelata un’esperienza positiva e innovativa, che ha prodotto un efficace consolidamento linguistico ed una possibilità di crescita personale. Un modo nuovo per sentirsi parte dell’Europa.

 

L’Ufficio Stampa

  • Condividi questo post su Facebook